Deroghe in crescita per i semi biologici

Sunlit young corn plants

Le aziende sementiere attendono che cambi qualcosa nel sistema, che scoraggia pesantemente l’investimento in questo tipo di produzione

L’articolo Deroghe in crescita per i semi biologici è un contenuto originale di Agricommercio e Garden Center.

Il biologico cresce ma la produzione di sementi biologiche in Italia è ormai azzerata. Sono infatti in forte aumento quest’anno le domande di deroga dall’uso di semente biologica presentate dagli agricoltori alla banca dati del Crea Scs, che gestisce il sistema delle deroghe.

Ad oggi abbiamo un totale di circa 55mila richieste di deroga, contro le 45mila dell’anno precedente, più del 20% di incremento. Erano 35mila nel 2012. A conferma del fatto che seme certificate biologico ce n’è sempre meno.

È aumentata infatti la superficie seminata a biologico, come evidenzia l’ultimo rapporto del Sinab:

  • 1.387.913 ettari coltivati nel rispetto del metodo biologico (con un aumento complessivo, rispetto all’anno precedente, del 5,8%) è la superficie più alta fino ad oggi mai ottenuta in Italia;
  • 11,2% è l’incidenza della superficie biologica sulla superficie totale più alta fino ad oggi mai ottenuta in Italia;
  • 55.433 (con una crescita, rispetto all’anno precedente, del 5,8%) è il numero di operatori (tra produttori agricoli, trasformatori importatori e commercianti) con cui l’Italia si posizione al primo posto tra tutti i Paesi europei.

E a fronte di questa situazione la produzione di sementi biologiche in Italia è ormai nulla, vanificando uno degli obiettivi del Piano Nazionale Sementiero Biologico, voluto dal Mipaaf e concluso a fine 2014.

 

 

Leggi l’articolo completo su AgriCommercio 4/2016 L’Edicola di AgriCommercio