De Sangosse presenta a Interpoma la nuova linea per la difesa delle colture

News dalle imprese
deSangosse_interpoma_2014

La multinazionale De Sangosse, azienda specializzata nella
protezione delle piante per un’agricoltura sostenibile, ha colto l’occasione di
INTERPOMA per presentare il proprio lavoro in Italia. Il responsabile per il
nostro Paese, Franco Franceschetti,
ha voluto sottolineare in apertura dell’incontro con la stampa specializzata e
con i tecnici come l’azienda francese intenda entrare nel settore difesa delle
piante avendo particolare attenzione ad una difesa sostenibile. Questo, non perché
sia uno slogan di moda ma perché la società nata nel 1926 ha avuto da subito
questa attenzione istituendo per prima una rete di assistenza tecnica agli
agricoltori con l’assunzione di 40 agronomi. Verso la fine degli anni novanta
con il ritiro della famiglia il 78% della proprietà è passato nelle mani dei
dipendenti. Unico requisito che siano dipendenti da almeno due anni. In questo
modo il controllo delle strategie aziendali viene fatto da parte di chi lavora
in azienda, questo, ha sottolineato Franceschetti, ci dà una forza enorme e ci
permette di rimanere leader a livello internazionale perché i nostri
investimenti sulla ricerca sono enormi. Dal 2009 la società ha deciso di
investire all’estero ed in pochi anni i dipendenti sono passati da 800 a 1840.
1100 sono nella sede francese e rimanenti 740 nelle sedi estere. Oggi una sede
in Germania, in Spagna, in Brasile, Usa, Argentina, Inghilterra, Cina fino alla
Turchia ma anche molti altri paesi. La nostra azienda, ha proseguito il
responsabile per l’Italia, è leader mondiale per i lumachicidi e per i
bagnanti.

Premesso che è fondamentale la ricerca, nella quale
l’azienda investe il 9% del fatturato con 164 persone impegnate, Franceschetti
ha ricordato in sintesi l’organizzazione dell’azienda: tre divisioni, ricerca e
sviluppo nella nutrizione, protezione delle piante, trappole per la difesa
biologica.

L’importanza di una produzione di cibo di qualità ma anche
di quantità è enorme nel mondo in quanto, ha affermato, in 40 anni la
disponibilità di terreno agricolo pro capite è passata da 4000 a 1000 metri
quadrati. Per questo è necessario aumentare la resa a ettaro delle varie
colture, come? Con le sementi, con i fitofarmaci, con i concimi e con la
tecnologia delle trappole. Il nostro obiettivo, è quello di ridurre al minimo i
residui e di conseguenza gli inquinamenti. Per questo puntiamo ad una
agricoltura eco- responsabile e sostenibile. Per il 2050 dobbiamo produrre il
60% di cibo in più per sfamare tutta la popolazione del pianeta.

Ma com’è ripartito il fatturato del gruppo a livello
mondiale? Il 65% è realizzato dai prodotti per la difesa e dalle sementi, il
20% dal mercato dei rodenticidi ed il 15% dalla nutrizione delle piante.

Il nostro obiettivo ha sottolineato Franceschetti, è quello
di rimanere sempre leader nei settori nei quali siamo presenti sul mercato. Ad
esempio un bagnante di qualità vuol dire ridurre la deriva, e può favorire
anche una riduzione della quantità del prodotto erogato con meno impatto
ambientale. Nei fitofarmaci c’è una novità il Ciopper per la protezione da
insetti e da acari, un insetticida/acaricida a residuo zero con tempi di
carenza di soli tre giorni.

Nel campo delle esche viene proposto Metarex Inov, ritenuto
un’esca dalle performance eccezionali, è efficace su lumache e chiocciole con
una percentuale di principio attivo inferiore rispetto ai prodotti di
riferimento sul mercato. E’ un’esca che ha un’eccellente resistenza alla
rottura e all’umidità che le permette di rimanere a lungo sul terreno
garantendo un’azione a lungo termine.

L’innovazione nel campo della nutrizione e della
stimolazione delle colture è assicurata da un’ampia gamma di prodotti da
utilizzare su frutticole, vite, orticole ed estensive. Importante il ruolo
nella prevenzione delle più importanti carenze nutrizionali per ogni coltura,
provocate da problemi fisiologici.

Per questo l’azienda propone la linea Nutriciteur ed il
prodotto FytoFert ® S per una resa eccellente, quest’ultimo nasce da una
formulazione brevettata di bio-zolfo che ha un’ottima applicazione fogliare nel
caso di carenza di zolfo nelle colture e/o nel suolo.

www.desangosse.com


Pubblica un commento