Corso di alta formazione tecnica “Potatura dei fruttiferi”

convegno_potatura_2016_TV.indd

presso la sede del CREA-FRU dal 14 al 16 marzo 2016

Leggi l’articolo originale Corso di alta formazione tecnica “Potatura dei fruttiferi” su Terra e Vita.

crea_img

Premessa

Nei frutteti la potatura permette il controllo quantitativo della produzione e il miglioramento della qualità dei frutti. Di fatto, modifica il ciclo vitale delle piante rendendole precoci e stabilmente produttive, di ridotte dimensioni ed efficienti ai fini produttivi. Di crescente interesse nei nuovi impianti è la capacità della potatura di modificare l’uso delle risorse idriche e nutrizionali indirizzando i frutteti verso una maggiore sostenibilità.

La potatura si avvale di un numero relativamente ridotto di operazioni, facili da apprendere singolarmente, ma difficili da integrare perché ogni operazione e tipo di taglio cambia di significato durante la vita della pianta e nel ciclo annuale, in base all’ambiente e agli obiettivi da raggiungere. La stessa operazione assume, inoltre, un valore diverso in funzione della posizione relativa nella chioma e dello stato fisiologico del ramo, della branca e dell’albero.

La continua evoluzione verso una migliore gestione della potatura è stata accompagnata da un progresso nella conoscenza del funzionamento del sistema pianta e del sistema frutteto. La gestione della forma della pianta oggi è basata non solo su regolarità di tipo geometrico ma soprattutto su regolarità di tipo funzionale, con un’accelerazione delle varie fasi di sviluppo. La necessità di ridurre l’incidenza della manodopera ha limitato l’entità degli interventi, indirizzando la potatura verso operazioni efficaci ad un elevato livello “gerarchico-organizzativo” con un impatto “pesante” sulla crescita. Gli interventi devono quindi sfruttare al meglio i naturali equilibri interni della pianta.

Obiettivi generali

  1. Porre le basi per un’evoluzione più rapida ed efficiente della frutticoltura

Miglioramento della qualità delle produzioni: standard e di nicchia

Abbattimento dei costi di produzione

Riorganizzazione aziendale

Utilizzo di manodopera inesperta e occasionale

Utilizzo di mezzi meccanici con approccio fisiologico

  1. Integrare maggiormente, e in modo coerente, la potatura con le altre tecniche di coltivazione in funzione dei diversi obiettivi della frutticoltura moderna, integrata o biologica.
  2. Favorire la creazione di servizi innovativi in frutticoltura per la progettazione d’impianti e di moderni sistemi di divulgazione

 

Obiettivi specifici

  1. a) Divulgazione delle basi fisiologiche e tecniche della moderna potatura
  2. b) Riorganizzazione dell’esperienza tecnica sulla potatura esistente in campo applicativo su base fisiologica; e conseguente aggiornamento dei tecnici del settore
  3. c) Diffusione dell’innovazione delle tecniche e delle conoscenze di potatura
  4. d) Potatura nei nuovi impianti ad alta densità
  5. e) Potatura nei nuovi impianti per l’agricoltura biologica
  6. f) Discussione sul patrimonio di conoscenze accumulate dal mondo tecnico e scientifico

Il corso si terrà dal 14 al 16 marzo 2016. Numero previsto di partecipanti: 20.

 

  • La quota di iscrizione è di € 170,00 (IVA esclusa) comprensiva di materiale didattico.
  • Le spese per spostamenti e alloggio sono a carico dei partecipanti.

IN OMAGGIO PER I PARTECIPANTI AL CORSO IL VOLUME “LA POTATURA” di Davide Neri, Francesca Massetani, Veronica Giorgi

Per informazioni su spostamenti e alloggio contattare la D.ssa Stefania Romeo

tel. +39 328.2820286

mail stefaniapuntoromeo@gmail.com

 

Per tutti i dettagli e il PROGRAMMA DEL CORSO visualizza la BROCHURE INFORMATIVA

Per iscriverti subito CLICCA QUI

 

Per ulteriori informazioni contattare Monica Covezzoli

tel. +39 051.6575834

mail monica.covezzoli@newbusinessmedia.it