Continua il successo di Hermes Tecnofruit 110-Tecno L

Eventi

Dopo gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni sia in quantità che in qualità di raccolto su mele e pere non solo da noi in Italia ma in molti paesi frutticoli come Spagna, Germania, Belgio, Polonia, Sudafrica, Cile, Australia, la macchina ha dimostrato essere ideale anche per la raccolta di altre varietà di frutta delicate quali pesche, nettarine ed albicocche. 

Nei giorni 5 e 6 luglio 2012, sono state effettuate prove di raccolta con carro Tecnofruit 110-Tecno L su varietà di pesche nettarine e albicocche: nel giro di poche ore la “squadra di raccolta”, del tutto inesperta con le macchine raccolta a nastri, si è perfettamente adattata alle condizioni agevolate di raccolta della Tecnofruit 110. Inizialmente sono state raccolte pesche nettarine varietà Cristina, presso l’azienda Zagnoli Nicola di Forlì con ottima resa della macchina senza affaticare gli operatori addetti alla raccolta con un eccellente qualità della frutta posta nel cassone con assenza totale di ammaccature e sfregature. I diversi tecnici del settore frutticolo presenti e i clienti visitatori della dimostrazione sono rimasti entusiasti del sistema proposto. Il giorno successivo, con la stessa squadra, sono state raccolte albicocche a spalliera varietà francesi presso l’azienda Guidi con risultati sorprendenti sia nel sistema di raccolta che nella qualità del prodotto finito posto nel cassone di raccolta. Con queste prove su pesche, nettarine ed albicocche sono stati ulteriormente confermati i risultati positivi avuti nelle prove di raccolta delle stagioni precedenti.

I motivi per adottare un sistema di raccolta agevolata Tecnofruit 110 sono numerosi, la velocità di raccolta e la tempestività uniti alla qualità impeccabile della frutta raccolta sono fra i più importanti. L’utilizzo della macchina è semplice, la raccolta inizia con il distacco del frutto per mezzo delle mani degli operatori che si trovano su pedane laterali poste a diverse altezze e dotate di telecomando, regolabili indipendente in maniera idraulica, in questo modo, in un solo passaggio della macchina, si provvede alla raccolta dell’intera parete (uniformità del prodotto). Dopo avere distaccato il frutto lo si appoggia sul proprio nastro che lo convoglia verso un nastro trasportatore principale o centrale a rulli il quale scarica la frutta nel cassone utilizzando un riempitore elettroidraulico. Terminato il riempimento del cassone, l’operatore per mezzo di comandi idraulici provvede a scaricare o a spostare il cassone per permettere il posizionamento di un altro contenitore vuoto che preleva dal carro portabins a traino dietro la macchina (la sostituzione del bin pieno con uno vuoto avviene con l’ausilio di un unico operatore in ca. 20 secondi senza arrestare il lavoro di raccolta degli altri operatori). 

Il materiale di costruzione dei nastri, delle dita presenti sui nastri e delle varie spazzole è una speciale gomma che permette il movimento della frutta e il suo posizionamento all’interno del cassone prevenendo qualsiasi ammaccatura dovuta al rotolamento. 
La macchina semovente è dotata di guida automatica e di motore a gasolio. I motori di ultima generazione consentono bassi consumi e ridotta emissione di CO2. La guida automatica permette l’avanzamento ad una velocità programmata che riprende anche dopo una sosta (per esempio per lo svuotamento del contenitore della frutta da industria posizionato sopra il nastro centrale). 

Ci sono molte valide ragioni per adottare il sistema di raccolta agevolata a nastri e dando voce ai numerosi clienti Hermes, oltre al motivo economico, annoverano: l’uniformità del prodotto raccolto, la resa di lavoro che grazie all’opera contemporanea di cinque o sette persone può arrivare fino ad una capacità produttiva oraria di 250-350 kg/h/uomo, la tempestività che si traduce in una raccolta effettuata quando la frutta si presenta con il giusto grado di maturazione per permettere anche una migliore frigoconservazione e quindi la possibilità di entrare sul mercato nel momento migliore per la commercializzazione del prodotto. Un ulteriore motivo per la scelta del carro è la versatilità dell’attrezzatura che una volta rimossa la testata di raccolta con il nastro centrale e i nastri convogliatori laterali di facile e veloce smontaggio (ca.15 minuti) si presta perfettamente alle operazioni di potatura invernale e verde, al diradamento manuale dei frutti, alla costruzione, manutenzione e ripiegamento delle reti antigrandine.
Hermes propone le due versioni Tecnofruit 110 –“Tecno L” per impianti con interfilare da 3,70 a 4,50m e Tecnofruit 105 –“Tecno S” per impianti da 3,00 a 3,80 m. 
 

HERMES SAS d.KRÖSS W. & CO
MACCHINE ED ATTREZZI PER LA FRUTTI-VITICOLTURA 
Sede
VIA ROMA, I-39010 GARGAZZONE (BZ) 
Tel. (+39) 0473-292160 
Fax (+39) 0473-291492
Filiale- Esposizione 
VIA PRÀ SERÀ, 8
I-25010 SIRMIONE – Lugana (BS)
Tel. (+39) 030/919487 
Fax (+39) 030/9199011
E-mail: info@hermesmulching.com 
www.hermesmulching.com



Pubblica un commento