Con la qualità si guadagna e si conquista spazio nella gdo

angurie-600x400.jpg

Dall’anguria al cavolfiore, i fiori all’occhiello dell’azienda Abbondanza di Tursi (Mt)

Leggi l’articolo originale Con la qualità si guadagna e si conquista spazio nella gdo su Terra e Vita.

In estate anguria, melone giallo e zucca rossa, durante l’inverno finocchio e cavolfiore. Sono queste le ortive da pieno campo che hanno fatto la fortuna dell’Azienda agricola Alfredo Abbondanza di Tursi (Mt), sorta nel 1990 con una modesta superficie e arrivata a coltivare ogni anno circa 300 ha, quasi tutti in affitto e, grazie alla consistente e continua offerta e soprattutto alla sua elevata qualità, ad approvvigionare numerosi fornitori di grandi e piccole catene della distribuzione italiana, spuntando sempre prezzi remunerativi.

«I terreni di origine alluvionale e ricchi di sali minerali, quindi molto fertili, il clima caldo in estate e mite in inverno e la vicinanza del mare rappresentano le caratteristiche pedoclimatiche ideali per favorire la coltivazione di diverse tipologie di ortive e conferire loro un gusto unico e spiccate doti salutistiche – così il responsabile tecnico aziendale, Antonio Cirigliano, spiega le ragioni della qualità di prodotti che hanno conquistato la grande distribuzione italiana –. Ad esempio le angurie, frutto di cui il consumatore apprezza soprattutto il sapore, che deve essere pieno, dolce e ricco di profumi».

Per l’azienda Abbondanza l’anguria è la coltura primaverile-estiva principale, alla quale destina circa 150 ha, con una produzione di oltre 100mila q e raccolta dal 10 giugno alla prima metà di settembre.

«Coltiviamo 60 ha in pieno campo ma con l’ausilio di tunnellini e 90 ha nel pieno campo propriamente detto. Il ciclo colturale dell’anguria è lungo in media 100 giorni. Nel primo caso effettuiamo il trapianto dal 10 al 30 marzo, scopriamo i tunnellini quando la pianta è formata e arrivano i primi veri caldi e raccogliamo dal 10-15 giugno alla fine del mese. Invece nel secondo caso trapiantiamo dall’inizio di aprile in poi, scalarmente, e raccogliamo dai primi di luglio a fine agosto-metà settembre, in funzione anche dell’andamento climatico».

 

Varie tipologie

Per soddisfare tutte le esigenze di mercato della moderna gdo l’azienda Abbondanza, sottolinea Cirigliano, offre angurie nelle varie tipologie: mini, medie e maxi, con semi e senza semi.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 49-50/2015 L’Edicola di Terra e Vita