Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (5 – 11 febbraio)

Graf-Tenero1-600x338.jpg

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose

Leggi l’articolo originale Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (5 – 11 febbraio) su Terra e Vita.

Frumento tenero  

Freccia_Rossa ITALIA

l’arrivo delle precipitazioni al Nord ristabiliscono ottime condizioni igro-climatiche e favoriscono le imminenti pratiche agronomiche. Sulle piazze si respira una situazione di pesantezza con le origini Europa, soprattutto Francia e Germania, a premere (deprimendole) sulle quotazioni. Dai grani di forza ai “bianchi” fino ai “misti” la tendenza al ribasso non sembra arrestarsi e la domanda si fa sempre più timorosa nel prendere posizione sul pronto; più interesse sul Luglio-Dicembre, ma a prezzi a sconto rispetto al pronto. Si rilevano cali tra i 2 ed i 3 €/t per i nazionali e tra i 3 ed i 5 €/t per i comunitari e gli esteri (per effetto euro/dollaro).

Frumento duro

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

si confermano le due velocità tra Milano, un’ulteriore -5 €/t, e Bologna, – 2 €/t, e l’invariato di Foggia; tuttavia considerando la logistica i mercati sono ben allineati. La domanda molitoria langue ed i molini trovano con facilità prodotto sia nazionale che di origine estera; la combinazione dei due fenomeni al momento preoccupa gli operatori e l’inatteso progressivo rafforzamento dell’euro (+6% in pochi giorni) rende sempre più incerta ogni stima di prezzo sul breve termine. Il miglioramento delle riserve idriche in molte aree “siccitose” fa prevedere rese medie per un raccolto 2016 che già sconta un sensibile incremento delle superfici seminate.

Mais

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

ulteriore settimana di consolidamento delle quotazioni sulle principali piazze del Nord, con qualche segnale di cedimento (meno 1 €/t a Bologna) a sottolineare che il mercato cerca ancora un equilibrio. Preoccupa il calo delle semine 2016, ma la notizia si perde nell’ampia offerta di merce comunitaria ed estera. Il settore zootecnico è in sofferenza e nelle miscele si vede più tenero al posto del mais. Il nazionale “generico” Nord quota 171 €/t (-1) ma cala a 3-5 €/t il premio per il nostrano con migliori caratteristiche; comunitari ed esteri sui 178 €/t (-2) arrivo.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

Freccia_Rossa ITALIA

Cereali Foraggieri: con i teneri foraggeri in caduta libera, anche orzo e sorgo bianco vivono moneti di crisi. L’offerta nostrana sente il fiato dell’Europa ove non manca la disponibilità sia sul pronto che sul medio termine. I “teneri” cedono 2 €/t e valgono 178 €/t all’AGER Bologna, il sorgo perde 1 €/t (come il mais) e quota 167 €/t partenza; gli orzi perdono 1 €/t e si allineano ai comunitari sui 176-178 €/t. Oleaginose: le notizie positive notizie climatiche dal Sud America si combinano con l’euro in ripresa per un sensibile calo della soia nazionale che vale “partenza” 332 €/t (-8) con l’estera pienamente allineata.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 7/2016 L’Edicola di Terra e Vita