Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (24 febbraio – 2 marzo)

TERRA E VITA settimana del 2 Marzo 2017

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose

L’articolo Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (24 febbraio – 2 marzo) è un contenuto originale di Terra e Vita.

Frumento tenero   

freccia_uguale ITALIA

mercato essenzialmente statico a livello delle quotazioni che da Nord a Sud si confermano i valori della scorsa settimana. Per le classi 1 e 2 la tendenza non pare mutare, mentre per la classe 3 (“misti”) si registra una maggiore tenuta che potrebbe condurre a lievi aumenti già dai prossimi giorni. I molini sono in fase di completamento delle coperture fino a nuova campagna con scorte che in molti casi già coprirebbero l’Aprile. Prezzi invariati per le prime due classi : 230-233 €/t per i grani di forza e sui 190-192 €/t per i “bianchi”; i “misti rossi” a quota 192-193 €/t (inv), stabili i comunitari ed in flessione di 5 €/t gli “spring” USA ed il “Manitoba”.

Frumento duro

prezzi

freccia_uguale ITALIA

quotazioni che si confermano anche se si percepisce una pesantezza latente. Al Nord ci si affretta a comprare i grani con proteina medio-alta (14% minimo), mentre al Sud si prefigura un finale di campagna con grani invenduti nei magazzini. L’offerta è condizionata dai prezzi odierni locali, che a stento coprono i costi di produzione 2016; sul fronte importazione ultimi arrivi per il beneficio dei molini che, soprattutto al Sud, hanno nella bassa proteina il motivo di coprirsi all’estero. Il “Fino con 13% proteina” al Nord quota sui 225-230 €/t arrivo, il “Fino generico” sui 212 €/t con i Mercantili a 190 €/t e l’estero in calo di 5 €/t.

Mais

prezzi

Freccia_Verde ITALIA

quarta consecutiva settimana di lieve ripresa delle quotazioni per il prodotto nostrano sulle piazze del Nord con Bologna e Milano che incrementano rispettivamente di 1,0 e 1,5 euro/t. La domanda zootecnica resta debole ma presente e nella seconda parte di campagna i prezzi si consolidano su livelli prossimi ai 180 €/t per il “generico”; il mais con caratteristiche vale un 184 €/t in linea con le origini comunitarie mentre l’estero resta attorno ai 190 €/t.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

freccia_uguale ITALIA

Cereali Foraggieri: il panorama dell’offerta, allargato alle origini comunitarie ed estera, garantisce ampia copertura ai fabbisogni del settore mangimistico ed i prezzi arrivo di tenero (poco oltre i 190 €/t), orzo (sui 175 €/t) e sorgo (sui 180 €/t) restano ai livelli della scorsa settimana; poco o nulla all’orizzonte. Oleaginose: effetto domino rialzista per la soia nazionale che in simpatia con l’estera aumenta di 4-5 €/t per un valore arrivo di 415 €/t; Ager e Granaria oggi allineate sull’estera a 425 €/t.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 10/2017 L’Edicola di Terra e Vita

La formazione online per il rilascio del patentino degli agrofarmaci