Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (13 – 19 maggio)

TERRA E VITA settimana del 19 Maggio 2016

Frumento tenero. Frumento duro. Mais. Cereali foraggeri e oleaginose

L’articolo Cereali. Prezzi nazionali e mondiali (13 – 19 maggio) è un contenuto originale di Terra e Vita.

Frumento tenero   

freccia_uguale ITALIA

sulle piazze si respira attendismo con attenzione all’andamento climatico in Italia ed ai progressi dei raccolti che, al momento sono positivi anche in ambito allargato all’Europa. Il tutto si traduce in un mercato fiacco per il prodotto nazionale con lieve calo dei teneri di forza e sostanziale tenuta (anche valutaria) dei misti rossi, ormai di origine EU e paesi terzi. I molini hanno gradualmente ridotto le scorte del nazionale in attesa del nuovo raccolto, l’offerta si fa guardinga a vendere a futuro ai prezzi odierni con l’augurio di un cambio di tendenza. Prezzi: i grani di forza nostrani sui 193 €/t (-2) partenza; bianchi sui 173 €/t ed i misti rossi a 168-169 €/t.

Frumento duro

prezzi

freccia_uguale ITALIA

nonostante l’andamento favorevole in Europa e nel mondo, il mercato del “rimpiazzo” comunitario ed estero quota più del nazionale che all’origine resta il più conveniente per i molini. L’offerta nazionale è polverizzata e non riesce a mantenere i prezzi in linea con le alternative straniere. I compratori sono “lunghi” di prodotto estero e continuano a coprirsi ma il differenziale tra i prezzi locali ed i rimpiazzi prima o poi dovrà diminuire: esteri in ulteriore calo o nazionale in aumento? Il clima fresco umido mantiene il rischio volatilità dei prezzi sul finire di campagna; al momento (partenza camion) il Fino Nord e Sud sono a 240 €/t ed il Centro a 235 €/t.

Mais

prezzi

Freccia_Verde ITALIA

il clima e la grandine contribuiscono a rendere il finale di campagna più incerto anche se il contesto Europeo ed estero (ad oggi) parla di una situazione “normale”. Il prodotto nostrano è sempre meno disponibile ed i detentori non premono alla vendita degli ultimi lotti in regime di quotazioni al lento ma costante rialzo; il rimpiazzo estero, per effetto valutario, sostiene questa scelta anche si sente la negatività della crisi settore zootecnico. Le Borse aumentano di un 2-3 €/t con il nazionale “generico” che vale 185 €/t (+3) arrivo;  le alternative a premio di 6-7 €/t.

Cereali foraggeri e oleaginose

prezzi

freccia_uguale ITALIA

Cereali Foraggieri: l’avvicinarsi della raccolta vede il ritorno dell’offerta di orzo che comunque entra nel periodo “Non Quotato”; stazionari ai valori della scorsa settimana il sorgo bianco a 167 €/t partenza ed il tenero arrivo sui 168-170 €/t. La preferenza (dei mangimifici) per i cereali a paglia rispetto al mais è compensata dall’ampia offerta dall’Europa e dal Mar Nero per tenero e orzo. Oleaginose: il clima di tensione sulle borse mondiali (come atteso) è in graduale rientro stante uno scenario globale ben tenuto ma non drammatico. La soia nazionale quota 384 €/t (-2) con l’estera (invariata) che incrementa il premio a 6 €/t.

 

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita 21/2016 L’Edicola di Terra e Vita