Autonomi in rete

Foto-02-Fruttiamo-Uno-dei-punti-vendita-Malaguti.-533x400.jpg

Insieme, più valore all’azienda

Leggi l’articolo originale Autonomi in rete su Terra e Vita.

La diffusione dei Contratti di rete in agricoltura, in aumento dal 2014, è un segnale positivo per la ripresa di questo settore, come spiega Tomas Malaguti, socio dell’omonima azienda di famiglia. Su proposta di Confagricoltura Bologna, l’Azienda agricola Malaguti, di San Matteo della Decima (Bo), che su 100 ettari, di cui 30 coperti da serre, produce ortaggi e si propone come capolista di una rete d’imprese agricole. Malaguti, potendo contare sull’aiuto di numerosi familiari, distribuisce direttamente il suo prodotto, collocando la produzione su 14 mercati contadini e 3 punti vendita aziendali. Questa esperienza di collaborazione, vincente, ha spinto a valutare nuove strategie per mettere a disposizione le proprie competenze e accoglierne di nuove. Malaguti ha subito creduto nei Contratti di rete; sostiene, infatti, che «la vera forza del progetto stia nel non ridursi a un mero scambio di prodotti tra aziende, come spesso viene erroneamente inteso, ma in un mezzo per favorire la crescita dimensionale e la collaborazione, volta ad accrescere le capacità innovative e competitive delle aziende partecipanti, favorendo la diffusione di nuove idee, senza perdere la propria individualità». Al progetto, partito ad ottobre 2014, hanno aderito finora altre sei aziende ortofrutticole, con lo scopo di mettere a disposizione la propria esperienza, i mezzi tecnici e tecnologici. Ognuna specializzata in una coltura in particolare, ha avuto modo di confrontarsi sulle tecniche di coltivazione, avviando così il progetto di conoscenza professionale reciproca, che dovrà portarli, a breve, verso un percorso di integrazione dei mezzi e delle competenze, verso un’agricoltura di dimensione multispecializzata più ampia. Malaguti, in qualità di capolista, oltre a compartecipare l’esperienza maturata negli anni nella produzione in serra, aggiunge valore al progetto condividendo con le aziende coinvolte, la sua esperienza nell’organizzazione della logistica e con l’ormai collaudata rete locale di vendita al dettaglio.