Assomela: offerta stabile, ottimismo per il mercato

Guerra-Fig.-4-600x360.jpg

Dalla fiera Interpoma di Bolzano gli ultimissimi dati produttivi, a raccolte concluse

L’articolo Assomela: offerta stabile, ottimismo per il mercato è un contenuto originale di Terra e Vita.

La Fiera Interpoma si è svolta a Bolzano in un clima di «ragionevole ottimismo» per il mercato delle mele, per prendere a prestito le parole del direttore di Assomela Alessandro Dalpiaz a margine del congresso internazionale “La Mela nel mondo”. Dalpiaz ha fatto il punto sulla produzione di mele di quest’anno, al termine dei raccolti, e sulle prospettive di mercato. Il dato definitivo della produzione italiana, pari a 2.247.901 tonnellate – riferisce – è lievemente inferiore, circa -1,4%, rispetto al 2015. Per quanto riguarda la regione leader per produzione, il Trentino Alto Adige (70% del volume), la situazione è diversa fra le due province. La produzione del Trentino è stabile e si attesta sulle 533 mila tonnellate, mentre quella dell’Alto Adige è andata incontro ad un calo del 5,59% e scende a 1,064 milioni di tonnellate.

Per le altre regioni si registra una leggera crescita produttiva, guidata principalmente da Piemonte, con 175.513 tonnellate, ed Emilia Romagna, con 156.978 tonnellate.

Per quanto riguarda le varietà, è in netto calo Golden Delicious, ma scende anche l’offerta di Gala, Granny e Red Delicious. In crescita, ha continuato Dalpiaz, la produzione di Cripps Pink e altre varietà di recente introduzione come Envy, Kanzi, Jazz, Pinova, Evelina, spinte anche da un mercato molto attento ai nuovi gusti e dal fatto che queste ultime sono molto più colorate e quindi attraenti.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 48/2016 L’Edicola di Terra e Vita