Incentivi per l’acquisto di macchine

DECRETO DEL FARE
AS_13_32_Trattore

Nell’approvazione
(con fiducia) alla
Camera il decreto
«del fare» (n. 69/13) ha imbarcato
alcune misure che
rafforzano il pacchetto agricolo
(si veda «Agrisole» n.
29 e 30).

Tra le novità il rifinanziamento
della legge 499/99 finalizzato
alla partecipazione
all’Expo 2015 e l’inserimento
nella cabina di regia
per l’attuazione dell’agenda
digitale del Mipaaf.

È stata inoltre resa operativa
anche per i lavoratori
delle cooperative agricole
la normativa relativa agli
sconti contributivi nelle
aree agricole e svantaggiate
(si veda servizio a pagina
9).

Estese anche le agevolazioni
(accesso a contributi a
tassi agevolati) per l’acquisto
di macchinari e beni
strumentali in genere a favore
di piccole, medie e micro
imprese agricole e della pesca.
Novità anche per il settore
bieticolo-saccarifero.

Sono stati confermati gli
interventi già previsti dalla
stesura iniziale del decreto.

In particolare le misure
di semplificazione degli
adempimenti relativi all’informazione,
formazione, valutazione
dei rischi e sorveglianza
sanitaria per le imprese
agricole con particolare
riferimento a lavoratori a
tempo determinato e stagionali
e per le imprese di piccole
dimensioni. E ancora
l’alleggerimento degli oneri
per le imprese agricole che
effettuano opere dalla cui realizzazione
derivino materiali
da scavo, e che sono
escluse dalle procedure previste
dal decreto ministeriale
10 agosto 2012, n. 161.

Confermata pure l’esclusione
dall’obbligo di autorizzazione
alle emissioni in
atmosfera per alcune particolari
tipologie di impianti
tra i quali: silos per i cereali,
impianti di essiccazione
di definita tecnologia, le
cantine con limitata dimensione
della lavorazione di
uva, tutto questo tenuto conto
dello scarso apporto di
emissioni causato da tali impianti.
Semplificata l’omologazione
delle macchine agricole
Via alle assunzioni
presso il Cra (Consiglio per
la ricerca e la sperimentazione
in agricoltura) di lavoratori
stagionali o saltuari. E
resta il super sconto per il
gasolio utilizzato nelle serre
con un’accisa di 25 euro
per mille litri vincolata alla
progressiva riduzione dei
consumi.

«Gli interventi contenuti
nel provvedimento – ha
commentato il ministro delle
Politiche agricole, Nunzia
De Girolamo – sono
un’importante testimonianza
dell’attenzione per il settore
agricolo da parte del
Governo e del Parlamento.
Si tratta di interventi concreti
che aumentano la competitività
delle singole imprese
agricole, strumenti immediatamente
operativi che forniscono
agli imprenditori una
risposta vera alle esigenze
del mondo produttivo. Ed è
anche un segnale di attenzione
importante al mondo cooperativo
da parte del Governo,
che da molti anni attendeva
la norma sui lavoratori
delle zone di montagna».


Pubblica un commento