Buono e onesto

Attualità
Buono e onesto

Latte 100% nazionale che permette una remunerazione equa di tutti i soggetti della filiera. E che rilanci l’immagine degli allevatori e dei produttori latte, dopo le tante turbolenze che hanno colpito il settore in Europa e in Italia nell’ultimo decennio. Con il progetto Buono e Onesto, promosso da Copagri, organizzazione appartenente all’European Milk Board, l’obiettivo è di raggiungere il mercato con un prodotto fortemente connotato nella sua italianità fin dal packaging (con una mucca a mantello tricolore, a scanso di equivoci). Primo soggetto della distribuzione ad accogliere l’appello è Lidl, catena di discount, che ha inserito nei punti vendita di Lombardia, Piemonte, parte del Veneto e Valle d’Aosta Il Latte Buono e Onesto. Un latte prodotto localmente che assicura vita, stabilità e sicurezza agli allevatori italiani, custodi della nostra sovranità alimentare come garanzia d’indipendenza, proteggendo e conservando, allo stesso tempo, il paesaggio agricolo e l’economia rurale locale.


Da troppi anni i produttori di latte europei sono costretti a sottostare a una politica dei prezzi che li penalizza al punto da non permettere la sopravvivenza delle attività produttive, in particolare le più piccole che non possono farsi forza con un economia di scala. «Occorre puntare sulla salvaguardia del tessuto produttivo locale – dichiara Romuald Schaber, presidente dell’European Milk Board – per questo c’è necessità di organizzare una filiera corta, importante per legare tra loro territorio e prodotto. Senza questo legame si rischia il collasso dell’intero sistema». A simboleggiare la filiera corta del “Latte Onesto” è la mucca Onestina, che sarà presentata in tutt’Europa e che simboleggia i produttori di latte che chiedono semplicemente un giusto equilibrio tra il prezzo e i costi di produzione che devono sostenere. Senza alcun compromesso sulla qualità e la sicurezza del bianco alimento, nel rispetto delle priorità del consumatore. Una strada sulla quale l’Italia si muove già con determinazione.


Recandosi in un punto vendita Lidl, ma sono in corso trattative con altre catene, si ha la possibilità di acquistare un latte di qualità interamente prodotto nel nostro paese, con enormi benefici per i consumatori e per tutti i soggetti della filiera. Dal produttore che ottiene una giusta remunerazione, alla grande distribuzione che si può distinguere vendendo un prodotto di alto livello qualitativo, certificato 100% italiano, fino al consumatore che acquista latte locale genuino, sottoposto a continui controlli che ne certificano la sicurezza igienico-sanitaria, nutrizionale e organolettica, ad un prezzo onesto, sostenendo l’economia e la capacità produttiva del settore primario nel nostro paese.


Pubblica un commento