Ancora numeri straordinari per Agritechnica 2015

AT-182-600x400.jpg

Prenotazioni da oltre 2.400 espositori di 49 paesi. Italia sempre in prima linea

L’articolo Ancora numeri straordinari per Agritechnica 2015 è un contenuto originale di M&MA Macchine e Motori Agricoli.

Alla fiera internazionale della meccanizzazione agricola, che si svolgerà dal 10 al 14 novembre 2015 (giornate esclusive l’8 e il 9 novembre) ad Hannover, secondo le indicazioni fornite dall’organizzatore Dlg (Deutsche Landwirtschafts-Gesellschaft / Società tedesca per l’agricoltura), si sono già registrati oltre 2.400 espositori provenienti da 49 paesi.

Come dichiara la responsabile progetto di Agritechnica, Freya von Czettritz, tutte le principali imprese mondiali del settore saranno presenti ad Agritechnica 2015, dove esporranno le loro novità e gli attuali sviluppi. «Il numero di prenotazioni è attualmente pari a quello della manifestazione record di due anni fa – afferma von Czettritz –. In particolare, le prenotazioni di espositori, ma anche di visitatori, arrivate con anticipo, dimostrano il grande interesse per Agritechnica, quale principale fiera al mondo. Quale piattaforma di grande rilevanza per le novità, Agritechnica 2015 trasmetterà nuovi impulsi positivi al mercato internazionale della meccanizzazione sul medio e lungo termine».

Cresce la partecipazione dall’estero

La partecipazione dall’estero continua ad aumentare, assestandosi attualmente al 54%. La maggior parte dei 1.280 espositori stranieri che si sono registrati sino a oggi proviene da Italia (344 aziende), Paesi Bassi (112), Turchia (92), Francia (91), Austria (65), Polonia (61), Cina (50), Usa (46), Spagna (42), Danimarca (41), Gran Bretagna (40), Finlandia (38) e Canada (36). Sono effettuate prenotazioni anche per partecipazioni ufficiali collettive da circa 20 paesi. La Dlg vede nell’elevata partecipazione dall’estero un chiaro segnale del crescente orientamento globale delle aziende e dell’agricoltura con le sue interconnessioni a livello mondiale. Le aziende desiderano usare Agritechnica come piattaforma specifica per accedere a nuovi mercati.

Punto d’incontro per il settore

I motivi delle moltissime richieste da parte degli espositori vanno ricercati secondo Dlg nell’importanza fondamentale di Agritechnica quale punto d’incontro per il settore della meccanizzazione agricola. Due anni fa circa 450.000 visitatori, di cui 107.000 dall’estero, hanno approfittato di Agritechnica per aggiornarsi. Ma l’elevata richiesta è riconducibile anche al fatto che Agritechnica rappresenta la vetrina delle novità per i produttori, che espongono lì le proprie innovazioni e da lì presentano le proprie novità al mercato mondiale. A tutto questo si aggiunge l’eccezionalità della sede di Hannover con la più grande area espositiva al mondo.

Da non dimenticare, poi il prestigioso programma tecnico, che presenta una vasta serie di manifestazioni di livello internazionale, quali congressi, tavole rotonde e conferenze stampa, che la rendono il forum di riferimento per il futuro del settore agricolo.

In particolare, tema portante dell’edizione di quest’anno sarà la Smart Farming. L’ampio spettro di temi legati allo Smart Farming offre soluzioni digitali per una connessione intelligente e per l’interpretazione dei dati raccolti.

Come può l’agricoltore trovare la soluzione migliore per l’ottimizzazione del suo sistema di coltivazione tra le tante disponibili? Risposte a questo genere di domande sono al centro dello Speciale di Agritechnica “La semina digitale: comprendere le specificità del sito produttivo e la resa”. I produttori presentano tecnologie e sistemi, creando una piattaforma informativa unica per gli spettatori, che potranno confrontare in un’unica sede sistemi e offerte.

Tutti gli altri argomenti “speciali” che saranno sviluppati nel corso della manifestazione sono consultabili sul sito www.agritechnica.com.