Il Network

Servizi

Ricerca

Cerca powered by Google

Login

Le osservazioni sulle quattro varietà inserite nella programmazione 2008 del Creso

Albicocche Escande: mediterranee, di pianura, autofertili e rossicce

Tutte bicolori e di forma rotonda, facili da gestire, con buone qualità organolettiche e tenuta del frutto in pianta e in conservazione

Anna Gagliardi - Terra e Vita n. 50/2008

alberi_Coacci.jpg

09 Gennaio 2009

Sono quattro le varietà di albicocche Escande inserite nella specifica programmazione 2008 del Creso, il Centro di Ricerca e sperimentazione per l’ortofrutticoltura piemontese: Pinkcot® Cotpy (cov), Kioto (cov), Spring Blush®EA3126TH (cov) e Big Red®EA4006 (cov).

Le caratteristiche che le accomunano sono sostanzialmente tre: tutte bicolori con una sfaccettatura rossa, di forma rotonda e con una buona tenuta del frutto sia sulla pianta sia nella conservazione.

Spiega Edwige Remy, tecnico di Escande Pépinières, responsabile per l’Italia: «Le varietà sono presenti nelle unità operative del progetto Mipaf. Nel 2004, per esempio, il Creso ha avuto le varietà Pinkcot®Cotpy (cov), Kioto (cov) e Spring Blush ®EA3126TH (cov). Mentre la cultivar Big Red®EA4006 (cov) è stata introdotta nel 2006.

Le varietà Pinkcot® Cotpy (cov) e Kioto (cov) sono state le prime ad essere inserite nel progetto liste varietali, mentre le due cultivar Spring Blush®EA3126TH (cov) e Big Red®EA4006 (cov) sono state introdotte nel progetto solo nel 2006-2007».

Riguardo ai risultati delle sperimentazioni Remy chiarisce: «Le varietà Escande hanno dei buoni risultati in Italia nelle zone di produzione dell’albicocco: nella lista di programmazione Albicocco 2008 del Creso sono presenti Pinkcot®Cotpy (cov), Kioto (cov) e le cultivar ammesse alla sperimentazione estesa Spring Blush®EA3126TH (cov) e Big Red®EA4006 (cov). Noi vogliamo mettere in risalto soprattutto tre aspetti e cioè la facilità di gestione della condotta delle piante, le buone qualità organolettiche e la tenuta del frutto in pianta e in conservazione».

Relativamente alle performance delle quattro varietà Escande, ognuna ha un suo modo d’impiego.

Spiega Remy: «Abbiamo sperimentato in frutteto le nostre varietà per almeno sei anni prima di poterle mettere sul mercato. Le osservazioni sono fatte da noi stessi e abbiamo l’appoggio dei centri sperimentali. Possiamo affermare che una varietà come Spring Blush® Ea3126TH è molto precoce e arriva a maturazione in epoca Aurora. È particolarmente adatta alla zona mediterranea; il frutto è aranciato con un bel Blush rosso e la tenuta sulla pianta è buona. Pinkcot®Cotpy é una varietà medioprecoce, epoca Lambertin n.1, adatta alle zone di pianura. Produce un frutto sfaccettato di rosso, con un calibro eccezionale (Mercato spagnolo: calibro 5°). Kioto (cov), albicocco rustico a maturazione mediotardiva, consistente e colorato, è l’unica varietà autofertile della gamma e possiede un frutto con un calibro 2A3°, di ottimo sapore. Big Red®EA4006 (cov) è un’albicocca di inizio stagione; è una varietà con un calibro dominante 3A con una sfaccettatura rossa eccezionale: per i frutti esposti al sole si arriva all’80% di rosso.

Oggi l’attività di Escande si sta concentrando sul miglioramento genetico, per aprire la gamma precoce di albicocco e ottenere varietà di albicocche tardive».